. LASCIATE UN COMMENTO, MI FARA' PIACERE E RISPONDERO' A TUTTI .







mercoledì 22 marzo 2017

"DICEAN DEL VERNO, SI FACEVANO GLI INVITI DI PRIMAVERA" (Pascoli)


...Dicean del verno, si facevano gli inviti
di primavera...
La citazione è d'obbligo, son rimasta come la vite pascoliana senza aver avvertito la primavera.
Qualche volta l'occhio che va sul calendario non legge tutto...
E il cielo non ci aiuta, c'è una nebbietta fastidiosa, un'umidità propria tutta pescarese, chi vive qua lo sa!
E così volendo salutar il "verno" e invitar la primavera ecco un rientro colorato nel mio povero abbandonato blogghettino.

blog mon amour

Togliamo vecchie ragnatele e rimasugli di foglie secche, sbatacchiamo coperte e spalanchiamo infissi, il lavoro sarà lungo, ma dichiaro ufficialmente aperte le "pulizie di primavera".
C'è ancora qualche noce in giro per casa e con loro potrei sì salutare il "verno"

e passeggiando poi a caccia di primavera  tra vasi da sistemare e fiori da accogliere

 ecco un primo fiorellino misterioso... 

E non può mancare una pausa con un bel libro e una ferratellina semplice semplice con granella di noci.
PREMIO PER CHI E' ARRIVATO FIN QUA, RICETTINA:

FERRATELLINE  CROCCANTI CON GRANELLA DI NOCI
INGREDIENTI:
2uova, 3 cucchiai di zucchero (io ho usato quello di canna), 3 cucchiai di olio e.v.o., 200gr di farina 0, una decina di gherigli di noce tritati abbastanza finemente (io uso un piccolo mortaio, voi vedete un po')
la biscottiera usata è questa il modello 8030100,
la mia preferita, mica lo avevate capito?
https://www.cbeelettrodomestici.it


PREPARAZIONE
Accendere intanto la biscottiera...
Tritare o pestare le noci e tenerle da parte.
Emulsionare le uova con l'olio, emulsionare bene e aggiungere lo zucchero e la farina lentamente, secondo il tipo di farina potrebbero volercene di più o di meno di 200gr, appena l'impasto è liscio e senza grumi, aggiungere le noci pestate.
A questo punto lasciar riposare l'impasto qualche minuto, intanto la biscottiera è bella calda e pronta per essere leggermente unta con olio d'oliva.
Versare l'impasto a cucchiaiate, calcolate circa 20 secondi per ogni ferratella.
Disporle man mano su una gratella per conservarle croccanti. se invece desiderate arrotolarle per farcirle (CIOCCOLATOOOOO) riponetele una sull'altra (resteranno morbide).
BON APPETIT E A BIENTOT





domenica 17 maggio 2015

Ferratelle croccanti di grano saraceno e riso

queste piccole ferratelle nascono dal desiderio di fornire una alternativa all'uso della farina di grano sia come scelta di gusto o salute sia per tutti coloro che hanno intolleranze al cereale o al glutine e  ottenere delle ferratelle friabili e gustose.
La farina di grano saraceno ha un gusto particolare, ma spezzata con il riso è gradevole e deliziosamente rustica


FERRATELLE CROCCANTI DI GRANO SARACENO E RISO
mod. 8030100  (clikka per vedere)
Ingredienti:
3 uova, 30g di olio di girasole, 70g di zucchero di canna grezzo, 40g di farina di riso, 110g. di farina di grano saraceno. 
Preparazione:
Per prima cosa posizionare la BISCOTTIERA su una superficie piana protetta da un panno o un sottopentola,  accenderla e, quando sarà calda, ungerla appena un po' con un pennellino intriso di olio di oliva.
In una ciotola sbattere con la frusta a mano o con una forchetta le uova con l'olio e quando saranno ben emulsionate, aggiungere lo zucchero di canna e metà delle farine setacciate insieme. Aggiungere la restante farina in due o tre volte per regolare la densità, a seconda del tipo di farina potrebbe volercene ancora un po', l'impasto deve scendere a nastro dal cucchiaio, ma con fatica.
Lasciare riposare 5 minuti.

A questo punto la BISCOTTIERA avrà raggiunto la giusta temperatura, apritela, mescolatre brevemente l'impasto e disporne a cucchiaiate più o meno grandi al centro dello stampo.
Cuocere per circa 15 secondi e sformarle su una gratella senza sovrapporle in modo da preservarne la croccantezza.


Servirle con una mousse di cioccolato o un tè matcha o sgranocchiarle a piacere.

Io le amo molto, però, sono di parte, amo i gusti semplici delle farine antiche.

Buona giornata.

sabato 26 aprile 2014

i WAFFLES POPS di uno chef eccezionale

Devo dire che lasciare incustoditi un ragazzo di 17 anni, uno di 8, un'alzatina piena di waffles e un frigo pieno di resti di uova di Pasqua, ha dei risvolti interessanti.


 Per prima cosa occorre un'idea.

Poi waffel di kamut e uova di cioccolato, 
un pentolino con acqua calda, una ciotolina per sciogliere il cioccolato
Spezzettare il cioccolato
 Nel frattempo che il cioccolato si sciolga, infilzare i waffles nei bastoncino da lollipop o in semplici spiedini
 così:
 posizionarli su un piatto
 ormai il cioccolato sarà fuso
 versarlo, quindi, delicatamente sui waffle
cospargere con zuccherini colorati
 dilettarsi in decorazioni fantasiose
 una volta che il cioccolato si sarà solidificato posizionare i vostri WAFFLES POPS in un bicchiere
 ora, una meritata "scarpetta"...
 ...gli sprechi non si fanno...
 e premiare il fotografo di scena con il WAFFLE POP più bello


ed ora la ricetta dei

 WAFFLES POPS

La biscottiera da usare è questa: 
la trovate nei migliori negozi oppure QUI

 Per prima cosa preparate la BISCOTTIERA. Il modello da usare è il mod. 5030200. Poggiatela su una superficie piana protetta da un panno o un sottopentola, ungetela appena un po' con un pennellino intriso di olio e inserite la spina in una presa di corrente.
Ingredienti:
4 uova, 1oo g di olio e.v.o., 170 g di latte, 110g di zucchero semolato o di canna, 270g circa di farina di kamut , un pizzico di sale, 1 cucchiaino di lievito, una bustina di vanillina o la scorza grattugiata di mezzo limone non trattato.

PREPARAZIONE
In una ciotola sbattete con la frusta a mano o con una forchetta le uova, aggiungete prima l'olio e amalgamate, poi il latte. Emulsionate con attenzione.
  Unite lo zucchero e sbattete bene prima di unire la farina di kamut setacciata con il cucchiaino di lievito ed eventualmente la vaniglia (oppure aggiungete la scorza di limone). Impastate ancora fino ad ottenere un impasto fluido ma denso.
Lasciate riposare qualche minuto, a questo punto la biscottiera sarà calda, apritela con attenzione e versate con un cucchiaio l'impasto nelle due forme, a seconda della quantità otterrete forme diverse, regolatevi secondo il vostro gusto.
Cuocete per circa 20 secondi e sformate i waffles su un piatto o una gratella se li preferite freddi.

Potete servirli caldi o freddi, spolverizzati di zucchero a velo o sciroppi a piacere, oppure potete realizzare i WAFFLES POPS

A PRESTO E BUON DIVERTIMENTO!

giovedì 17 aprile 2014

CBE Elettrodomestici Spot

Un clik e divertiti...



Gustato?
questo è il nostro spot.

Giornate intense, avvolti dal profumo delle ferratelle e dai colori e dalle immagini che prendevano forma intorno a noi.

Volevamo comunicare allegria e gioia e abbiamo creato, io, Annarita e Mirella una serie di spettacolari ricette che vi illustrerò un po' per volta.


giovedì 6 marzo 2014

RICETTE BASE NOCI DOLCI E SALATE

Ecco qui a grande richiesta le due ricettine base per realizzare le noci dolci e le noci salate.

Indispensabile lo stampo che trovate QUI
ed è questo: 




Cominciamo con quelle sapide

BASE PER NOCI SALATE

(per 100 gusci circa in un’ora di tempo)

Ingredienti: 200gr di farina, 80gr di burro, 80ml circa di acqua ghiacciata. Aromi e spezie a piacere. ( si può sostituire il burro con ricotta fresca o margarina)

Preparazione: in una ciotola mescolare farina, spezie eventuali e il burro freddo di frigo tagliato a cubetti. Appena raggiunta una consistenza granulosa, disponete a fontana il composto ottenuto su una spianatoia e impastate velocemente aggiungendo l’acqua molto fredda, poco alla volta fino ad avere un composto compatto, solido e abbastanza elastico. A questo punto, formate una palla, avvolgetela in pellicola da cucina e lasciatela riposare in frigo per almeno 30 minuti.
Con le mani ben fredde, (sciacquate in acqua fredda spesso), prelevare piccoli pezzi di impasto, circa 6gr, per forme più precise si consiglia di formare delle palline.
Spennellare leggermente lo stampo e farlo scaldare bene, mettere un pezzetto di pasta (o una pallina) in ogni guscio cavo, richiudere e cuocere per circa 20 secondi (per gli stampi manuali 15 secondi per lato circa girando almeno un paio di volte).
Si può controllare la cottura aprendo leggermente.
Appena raggiunta la doratura desiderata, sformarle su un piatto. Far raffreddare e farcire a piacere. Ottime con formaggi cremosi speziati o creme di verdura.

BASE PER NOCI DOLCI

(100 gusci circa in un’ora di tempo)

Ingredienti: 300gr di farina, 100gr di burro, 80gr di zucchero (per noci più friabili 100gr di cui 60 di zucchero a velo e 40 di zucchero semolato), due uova, un cucchiaino di lievito, aromi a piacere.

Preparazione: ammorbidire il burro a temperatura ambiente e lavorarlo a pomata con lo zucchero. Aggiungere la farina, il lievito e gli aromi, impastare bene, battere leggermente le uova e aggiungerle all’impasto. Formare una palla e farla riposare in frigo per circa mezzora.
Prelevare piccoli pezzi di impasto, circa 6gr per forme più precise si consiglia di formare delle palline.
Spennellare leggermente lo stampo e farlo scaldare bene, mettere un pezzetto di pasta (o una pallina) in ogni guscio cavo, richiudere e cuocere per circa 20 secondi (per gli stampi manuali 15 secondi per lato circa girando almeno un paio di volte).
Si può controllare la cottura aprendo leggermente.

Appena dorate, sformarle su un piatto. Far raffreddare e farcire a piacere. 


Buon divertimento e se avete bisogno di aiuto non esitate a scrivermi. 

mercoledì 1 maggio 2013

FERRATELLE BICOLORI

Nell'ultimo post vi raccontavo delle Ferratelle alla vaniglia. 
Su quella ricetta ho voluto provare una variante al cacao amaro, ma nel dubbio ho preparato anche l'impasto alla vaniglia.
Ed ecco qua un antico motivetto mi è risuonato nella mente. Diceva:
 "di qua la vaniglia... di là c'è il cacao"
e così ho voluto provare. 
Ci doveva essere un modo per fare le ferratelle da un lato bianco e uno nero. Non variegate, proprio un lato bianco e uno nero, che si abbracciano e coccolano in una sinfonia di sapore e colore.
un modo per farle anche sottili e croccanti, duttili e resistenti,
in modo da poter giocare anche con le forme.

E io l'ho TROVATO!!!
Le ferratelle si piegano e modellano quando sono calde e possono essere usate come accessori glamour e fantasiosi per un'apparecchiatura allegra.
 Guardate che carino il poggiapaletta per girare lo zucchero nel caffè
 Utili anche come piattino per la tazza e come portatovaglioli
 Se poi volete esagerare ecco qua addirittura una torre,
così la mia girovaga è più vicina alla libertà del volo
 Un po' più da vicino
 ancora di più, così si vede bene che hanno le facce di due colori
 e qui per vederle anche belle sfrangiate, un lato più cacaoso e l'altro meno vaniglioso o il contrario
la biscottiera usata è questa 

Ora se volete sapere il trucchetto per farle così dovete lasciare un commento.
altrimenti dovrete aspettare che mi venga voglia di rifarle

CIAO CIAO